Post

Anthea, di Rebecca Mazzarella [RECENSIONE]

Immagine
Ciao a tutti! Ebbene no: non mi sono dimenticata di voi, è solo che ho avuto veramente molte cose da fare e nel campo lavorativo sono più operativa e diligente di un'ape operaia. Ma nonostante questo voglio comunque trovare il tempo per tornare qui sul blog e tra una pausa e l'altra riesco anche a fare delle splendide letture. Come questa, che ho terminato di leggere a fine aprile, ma non sono riuscita a scrivere prima la recensione. Però mi ero appuntata un bel po' di cose che adesso voglio mostrarvi. Intanto qui sotto vi lascio la sinossi.
Loto è un'adolescente come molte altre alle prese con problemi tipici della sua età. Nata e cresciuta in una piccola città nello Stato di Washington circondata da boschi, Loto un giorno viene morsa da un serpente. Soccorsa dal nonno Sgurfio, la ragazza viene a conoscenza della sua vera identità. La sua famiglia infatti è composta da esseri magici e lei ben presto scoprirà di essere una ninfa. Condotta dalla zia Flora ad Anthea, il …

Dopo di te, di Jojo Moyes [RECENSIONE]

Immagine
Cari lettori, premetto già da subito che la lettura di questo romanzo è stata sofferta. Dopo aver letto il primo volume che narrava la storia di Will e Louisa, non è possibile restare indifferenti e quello che è successo a me potrebbe essere benissimo successo anche a voi. Ho come provato un moto di repulsione verso questo secondo romanzo, e dire che mi è stato regalato dal mio ragazzo perché lo desideravo tantissimo, ma quando hai una storia nel profondo del cuore, è molto difficile accettare che possa avere un seguito. La storia finisce lì, DEVE finire lì. O così era quello che io immaginavo. E invece Jojo Moyes è riuscita a stupirmi ancora, regalandoci una storia che sia all'altezza di un seguito per Io prima di te.
In questo romanzo veniamo nuovamente catapultati nella vita di Louisa Clark, una vita vissuta senza scopo apparente, senza un vero entusiasmo e senza alcuna soddisfazione particolare. Louisa è rimasta sconvolta dalla morte di Will, non riesce ad accettarla e tantom…

Scrivimi ancora, di Cecilia Ahern [RECENSIONE]

Immagine
Cari lettori, oggi voglio proporvi una storia raccontata in modo frizzante e spesso ironico, attraverso parole scritte su lettere, email, biglietti di auguri; ci troviamo di fronte a un romanzo epistolare molto ben delineato e costruito. 
Tratto dal romanzo è anche l'omonimo film (in lingua originale: Love, Rosie) con gli attori Lily Collins e Sam Claflin, il quale ha recentemente interpretato Will Traynor in Io prima di te.  
La storia di Rosie ed Alex è una storia che nasce nel momento in cui si conoscono alle elementari e tra loro sboccia subito un'amicizia intramontabile. Devo dire di non aver mai sentito parlare di questo libro ed è un vero peccato perché si tratta di una storia veramente molto dolce. L'amore che cresce giorno dopo giorno tra di loro è un amore puro e semplice, composto da piccole attenzioni, un po' di competitività, rispetto e stima. Ma soprattutto si tratta di un amore nascosto, fatto di malintesi, cose taciute, parole non dette. 
Vi ricordate i pr…

LA COLLEZIONISTA DI SOGNI

Immagine
Quando iniziai a scrivere LA COLLEZIONISTA DI SOGNI non sapevo in realtà a che cosa volessi andare incontro.
A volte capita di scrivere qualcosa anche solo per il gusto di farlo, senza volerlo trasformare in un romanzo. Con LA COLLEZIONISTA è stato proprio così.  Non avevo in mente una storia, dei personaggi e neanche un filo conduttore. Non avevo affatto l'idea del romanzo. Quello che sentivo era una sorta di desiderio di esprimermi.
Quelli non erano bei giorni. Non parlavo con la mia famiglia e mio nonno era morto da poco. Me ne stavo spesso per conto mio, amavo la solitudine al punto da non desiderare altro. E c'era qualcosa che mi spingeva a scrivere.
Ho iniziato a buttar giù qualche frase, qualche pensiero. Perché LA COLLEZIONISTA DI SOGNI è soprattutto questo: pensieri e sentimenti.
Non avrei mai immaginato di arrivare alla conclusione di un intero romanzo. Avevo già avuto un po' di esperienza con Black Angel, è vero, ma stavolta era stato diverso. Non avevo costrui…

COME VENTO DI POLVERE

Immagine
C'è aria di primavera.  Vorrei restarmene fuori sdraiata nel fienile fino a tempo immemore.
Sto bene. So che sto bene. Eppure è come se non lo sapessi e continuare a ripeterlo non rende la cosa più vera. È come se d'un tratto tutte le certezze del mondo crollassero all'improvviso e io mi trovassi lì in mezzo, improvvisamente, senza capire come ci sia arrivata.
Mi convinco del fatto che sto intraprendendo un percorso di rinascita e crescita personale, cerco di imprimermi bene nella mente che ce la sto facendo, che in fondo è come un regalo che mi faccio, anche quando tutti i tentativi sembrano vani, sto vivendo.
Quando penso alla vita penso a mio nonno.  Le sue storie erano vecchie, proprio come lo era lui, profumavano di grano e paglia, di vino e di risate; erano rumorose perché c'erano bombe e fucili, c'erano aerei che volavano bassi e c'erano carrozze di treni che volavano sulle case e frantumavano i tetti; stranieri che urlavano una lingua cattiva. Era un u…

IO, ME E LA STRADA DAVANTI

Immagine
Eccomi qui, dunque, a scrivere il mio primo post totalmente personale. Vorrei presentarmi come fanno molti altri blogger, elencando interessi, lavoro, motivi che li hanno spinti ad aprire un blog. Ecco, io invece voglio tornare un po' indietro nel tempo, a un fatto che mi ha cambiata completamente, non nel carattere, ma nel giudizio, rendendomi così poco incline alla comprensione e decisamente più caparbia.  Ventotto anni, cinque mesi e tre giorni.  Per chi se lo stesse chiedendo non si tratta di una ricorrenza particolare o di un complicato calcolo astronomico. Più semplicemente si tratta solo della mia età.  Ventiquattro anni e sei mesi sono invece gli anni che avevo quando me ne andai di casa.     Fu così che mi ritrovai davanti al portone di casa dei miei nonni, con ai piedi la mia valigia rossa e in mano le chiavi della macchina. E così, di punto in bianco, la mia vita era cambiata, si era letteralmente capovolta e per un momento quel portone mi sembrò gigantesco e invalicab…

25 DOMANDE SUI LIBRI [BOOK TAG]

Immagine
Oggi piove e forse può non sembrare del tutto un buongiorno, però ho qui pronto un Book Tag davvero molto carino, ideato dal blog RACCONTI DAL PASSATO
È stato divertente rispondere a tutte le domande, ma ecco qui le regole per chi volesse partecipare:

1- Nomina almeno 5 blog a cui fare le domande.
2- Cita sempre chi a creato il Book Tag: Racconti dal passato.
3- Nomina e ringrazia il  logo che ti ha nominato: IL RUMORE DELLE PAGINE
4- Usa come immagine quella in cima a questo post.


1) Come scegli i libri da leggere?
Sono da sempre stata molto impulsiva e spesso mi lascio travolgere dalle emozioni del momento, che siano esse legate a un sentimento particolare che mi suscita la copertina, la musicalità del titolo o l'interesse per la trama. Anche se in giro ho sentito molte lamentele riguardo a libri piuttosto scadenti, devo ammettere che il mio sesto senso ci azzecca quasi sempre. 

2) Dove compri i libri: in libreria o online? 
Di solito in libreria, perché amo girovagare tra gli scaffali…