Aspettando l'alba che verrà, L. Cassie [RECENSIONE] ☆☆☆☆1/2

by - maggio 31, 2018


È sempre un piacere leggere qualcosa scritto da L. Cassie, e come vi ho promesso soltanto qualche giorno fa: ecco oggi la recensione di   , un libro devo dire inaspettato, perché la storia non era affatto come la immaginavo ma molto più bella.
Capita che storie simili possano essere in qualche modo sottovalutate o scontate, ma non è così, perché avere la possibilità di leggere tutte queste emozioni all'interno di un romanzo è sempre una sorpresa. 

Nicole, non ancora diciottenne, è una ragazza solare, allegra e spensierata, un'adolescente alle prese con i ragazzi, le prime uscite in discoteca, i pettegolezzi con l'amica del cuore. Vive la sua vita con una gioia invidiabile, ma tutto questo le viene portato via in una sola notte. La sua famiglia, il padre, la madre e il piccolo fratellino, viene barbaramente uccisa da colpi di arma di fuoco. Nicole si trova presto a dover affrontare la dura realtà: non è stato un incubo, la sua famiglia è stata davvero sterminata. 
La sua vita cambierà totalmente, dovrà trasferirsi in America, dalla sorella di sua madre, cominciare una nuova vita, frequentare una nuova scuola, ma soprattutto dovrà scendere a patti con se stessa per poter sopravvivere al suo dolore. 
Incontrerà Christopher, un ragazzo appassionato della letteratura e in particolare di Shakespeare, con un carattere scontroso e imperturbabile, che però nasconde un'amara realtà dietro quella corazza.  

Lo stile narrativo è fluido e fresco, e sin dalle prime pagine riusciamo a immergerci nell'atmosfera del romanzo. Leggere un thriller è per me una novità, visto che non amo affatto il genere. Ma qui siamo di fronte a un thriller molto diverso dal solito. La storia dell'omicidio è messa di sottofondo per far risaltare i sentimenti della protagonista, ritrovatasi improvvisamente sola e con la sua vita capovolta. 
Una storia dolce con un inizio drammatico, che entra subito nel cuore. A colpirmi, inizialmente, sono stati il titolo e la copertina, entrambi devo dire molto azzeccati e soprattutto in linea con la trama. I due protagonisti non sono bellezze mozzafiato, o manichini scolpiti. Sono semplici adolescenti con alle spalle il peso di molte sofferenze, e voi ormai sapete come vado in estasi davanti a un romanzo di questo genere. Storie come questa riescono a ipnotizzarmi e a legami a loro in modo indissolubile, mi restano dentro nel cuore forse grazie a una sorta di analogia, che ho ritrovato soprattutto leggendo un altro romanzo di L. Cassie: Come una fenice. Sono romanzi che a volte sembrano cuciti apposta perché una come me possa leggerli e sentirsi a suo agio, compresa. Tutto questo forse anche perché i sentimenti dei due protagonisti sono descritti molto bene e fanno realmente provare al lettore le stesse emozioni, invece di alcune scene o situazioni avrei preferito un approccio diverso o un migliore approfondimento. Ma in generale si tratta di un mio gusto personale e la storia può benissimo essere perfetta così, perché la descrizione delle scene rende molto anche con pochi o semplici dialoghi. 
L. Cassie deve essere una persona molto empatica, perché le emozioni che descrive e il modo in cui le descrive ti scava dentro. 
La decisione di ambientare il romanzo all'estero mi è piaciuta molto, perché, stranamente, non amo molto le ambientazioni italiane, e questo credo dipenda dal fatto che in molti aspetti della vita noi italiani tendiamo ad essere frenetici e superficiali, molto impegnati tra lavoro in ufficio, casa, figli, facebook, palestre, discoteche, uno stile di vita che non approvo e non seguo, quindi nemmeno mi interessa molto leggere. Preferisco leggere di vita vera, vissuta senza imporsi dei ritmi, senza rifugiarsi dentro a un cellulare o dietro selfie per aumentare followers e like.
Un libro che tocca il cuore di chi vuole provare vere emozioni.  


You May Also Like

0 commenti


Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07-03-2001. Rare immagini sono tratte da internet, ma se il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog, che provvederà alla loro pronta rimozione. L'autore dichiara di non essere responsabile dei commenti lasciati nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, il cui contenuto fosse ritenuto non idoneo alla pubblicazione verranno insindacabilmente rimossi.